logo green
green
aprile 15, 2016

Maramia a Vinitaly: presentazione ufficiale del vintage 2013

Un ottimo riscontro per MaraMia2013, il Sangiovese di Tenuta Mara: il pubblico ha apprezzato l’approccio rispettoso per l’ambiente e l’uomo – il #vino è prodotto seguendo le regole dell’agricoltura biodinamica – e ha potuto conoscere una realtà emergente quanto innovativa. 

È il momento di stappare una bottiglia di MaraMia 2013: si festeggia la partecipazione dell’etichetta riminese a Vinitaly, la più grande vetrina internazionale del settore, dal 10 al 13 aprile. L’annata 2013 ha trovato casa, per quattro giorni, a Verona, dove si è presentata a un pubblico ampio ed eterogeneo di esperti, Importatori, distributori, giornalisti enogastronomici e semplici appassionati. Tenuta Mara ha saputo distinguersi non per le dimensioni – è la proverbiale botte piccola dove c’è il #vino buono – ma per l’approccio naturale che contraddistingue ogni fase, dalla coltivazione alla raccolta, dalla fermentazione all’affinamento.

“Interesse anche da parte degli altri produttori - racconta Davide Marino, responsabile commerciale -. Un segnale importante che testimonia la qualità del #vino e del progetto. Tenuta Mara era l’unico produttore di agricoltura biodinamica certificato “Demeter” all’interno del padiglione 1. Un’unicità che ha stimolato grande curiosità da parte dei diversi interlocutori per il nostro Sangiovese”.

Invitato speciale era infatti  MaraMia 2013, un #vino rosso elegante e raffinato, certificato ‘Demeter’, prodotto con uve 100% Sangiovese seguendo i dettami dell’agricoltura biodinamica. Le uve raccolte a mano, con pazienza certosina, vengono selezionate con criteri severissimi. Nei tini il #vino fermenta senza controllo di temperature e senza lieviti aggiunti, segue un affinamento di dodici mesi in botti grandi, prima di essere inserito nel mercato mondiale.

Impossibile descrivere il #vino senza raccontare il luogo dove ha origine. La Tenuta Mara, a San Clemente di Rimini, non è un semplice vigneto: è come un unico organismo vivente, 7 ettari coltivati esclusivamente a Sangiovese, immersi in un ecosistema perfetto che accoglie 700 nidi per uccelli, 50 cassette per pipistrelli, un piccolo maneggio con tre cavalli, oltre ad un laboratorio permanente per artisti e ricercatori. Nata alcuni anni fa da un’intuizione dell’imprenditore Giordano Emendatori, la tenuta sposa completamente i principi olistici dell’agricoltura biodinamica: sono banditi concimi, diserbanti, fitofarmaci e tutte le sostanze chimiche comunemente usate nella viticultura convenzionale.

La passione per la musica, l’arte e la vita permea questo luogo. Ecco perché una visita a Tenuta Mara rappresenta una straordinaria wine experience, che sollecita i sensi ancora prima del momento – centrale - della degustazione. Partendo dal parco e dalle opere d’arte ‘en plein air’ ammirabili in passeggiata, si prosegue nel vigneto, dove nasce e cresce l’uva che diventerà ‘MaraMia’, cullata 24 ore su 24 dalle note di Mozart diffuse lungo i filari da un sofisticato sistema di casse BOSE. Una felice esperienza sensoriale che prosegue anche all’interno, tra i colori dei tini dipinti da artisti internazionali e i canti gregoriani che avvolgono le botti dove si affina il #vino, passeggiando accanto a numerose opere d’arte fino alla Sala della Musica, dove un pianoforte gran coda Fazioli, racchiuso tra ampie vetrate, si affaccia sui vigneti immersi nella luce delle dolci colline Riminesi.

Filtro avanzato