logo green
green
luglio 25, 2016 - Apulia Land Art Festival

Apulia Land Art Festival, IV edizione

Con oltre 30 artisti internazionali in residenza, più di 40 artisti invitati per gli eventi a latere, una macchina interna di oltre 20 esperti, 5 curatori, oltre 30 esperti invitati a conferenza, 1 premio d’arte, testate nazionali ed internazionali (Wall Street International, Repubblica, Artribune, ecc…) eventi di promozione in tutto il paese e fuori (Cannes Film #festival, EXPO, ecc…) #apulialandartfestival, prodotto dell’associazione “UnconventionART”, battezza la sua IV edizione. Un #festival itinerante che ha l’obiettivo di riabilitare il territorio attraverso l’arte, prendendo ispirazione – seppur rivisitando – le righe del manifesto #landart che gli dà i natali.
Un appuntamento che, a partire dal 2013, ha chiesto asilo alla folta e centenaria Pineta Ulmo di Ceglie Messapica, BR, alla vegetazione millenaria del Bosco SIC di Cardigliano a Specchia, LE, ultimo importantissimo esempio di macchia mediterranea di tutto il Salento, e infine Ostuni, BR, Città Bianca icona della #puglia, su cui Apulia ha agito riportando in luce gli antichi orti terrazzati, un campo archeologico vasto e millenario i cui perimetri delineati da muretti a secco furono stabiliti dai saggi Messapi migliaia di anni prima.
Nato da un’idea di Carlo Palmisano (Director) e Martina Glover (Vice Director), #apulialandartfestival arriva quest’anno il 16-17-18 settembre a Cassano delle Murge, Comune nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia, nel verdissimo, chimerico ma poco scoperto “Bosco di Mesola”, BA, un sito SIC (Sito d’Importanza Comunitaria) che si contraddistingue per il peculiare carattere di “parco rurale”, garantendo un’equilibrata convivenza fra uomo e natura, conciliandoli. Nei suoi 3028 ettari, il bosco tiene in grembo i profumi sempre più rari di orchidee prossime all’estinzione, nonché querce, variegata fauna e il favolistico, quasi ormai dimenticato, falco grillaio, rapace che sui tetti di pietra ad opera incerta proprio qui, nei promontori della Murgia, nidifica da secoli, chiudendo un triangolo equilibrato che qui trova rispetto e reciprocità: uomo, fauna, natura. A celebrare questo ciclo è il tema della IV edizione, che partendo dalla citazione di un popolare detto Latino, sposa il mondo dell’arte, della natura e dei suoi protagonisti: “Gutta CavART Lapidem”. Così come l’acqua, entità apparentemente gentile e neutra riesce a corrodere la pietra, dura e testarda, così, nella visione dell’Apulia, l’arte, presentandosi nel territorio, ne plasma amichevolmente i contorni, come una goccia: lenta e assidua ma presente.
Date le moltissime richieste giunte al #festival durante questi anni, l'Apulia #landart #festival ha deciso quest'anno di cambiare formula e indire un bando, redatto sia in italiano che in inglese, per la selezione di 10 land artists che troverete in allegato e di cui preghiamo la cortese diffusione.

Apulia #landart Festival

16-17-18 settembre - Cassano delle Murge

Ti potrebbe interessare anche

luglio 10, 2015

Filtro avanzato