logo green
green
gennaio 31, 2017 - Toyota

Hydrogen revolution: operativi da oggi nell’impianto Toyota di Motomachi, i primi muletti alimentati con celle a combustibile

I carrelli elevatori dotati di celle a combustibile, che sfruttano quindi l’idrogeno per generare energia elettrica, assicurano una performance ambientale straordinaria, azzerando le emissioni di CO2 e di sostanze potenzialmente pericolose, coniugandola a un’eccezionale comodità di utlizzo, con tempi di ricarica che si attestano intorno ai tre minuti. I muletti, con la loro capacità di produrre energia, possono essere inoltre sfruttati come generatori elettrici in caso di emergenza. Per ridurre ulteriormente le emissioni carboniche dei suoi impianti, #toyota intende sostituire l’intera gamma di muletti convenzionali con carrelli elevatori alimentati a #idrogeno. Il primo tassello del progetto riguarda le due unità destinate all’impianto #motomachi, cui andranno ad aggiungersi altre 20 unità nel 2018, con un target di 170/180 unità da raggiungere entro il 2020.

Nel 2015 #toyota ha annunciato il #toyota Environmental Challenge 2050, la mission che prevede lo sviluppo e l’implementazione di tecnologie basate sull’idrogeno con l’obiettivo di ottenere un impatto zero di CO2 da parte dei suoi impianti di #produzione (‘Plant Zero CO2 Emissions Challenge’). L’adozione di muletti equipaggiati con celle a combustibile nell’impianto #motomachi rappresenta un chiaro segno dell’impegno #toyota nei confronti della sostenibilità ambientale.

L’introduzione dei due carrelli elevatori alimentati a #idrogeno è il risultato di un’iniziativa in collaborazione con il Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo giapponese, atta a promuovere l’utilizzo delle celle a combustibile in ambito industriale, affinché una società basata sull’idrogeno possa diventare realtà.