logo green
green
dicembre 21, 2017 - FIMA

Dalla FIMA, 5 consigli per un Natale sostenibile

Natale è alle porte e insieme ai sorrisi, alle luci e alle feste arriveranno purtroppo anche tonnellate di rifiuti da smaltire, tra carte, pacchetti e avanzi del consumismo sfrenato. Vivere però le festività in modo più sostenibile è possibile grazie a cinque consigli pratici della #fima, la Federazione Italiana Media Ambientali.

1) Scegliere sempre stoviglie riutilizzabili

Il #natale è il momento in cui figli, nipoti, zii e cugini giungono da ogni parte del mondo per riunirsi alle proprie famiglie e cenare in compagnia. Una prima scelta responsabile sarà quella di utilizzare piatti lavabili al posto di quelli di plastica o, in alternativa, quelli compostabili realizzati in fibre vegetali che possono essere smaltiti con facilità nella frazione umida.

2) Incartare i regali con materiali di recupero

Quanto dura la carta di un regalo? In media 15 secondi. Perché allora spendere denaro per acquistare costose carte colorate destinate a finire rapidamente nel secchio? Incartare i regali in modo più originale è possibile: basterà riciclare la carta di vecchi giornali, uno spago e altri materiali di recupero per le decorazioni.

3) Scegliere prodotti sostenibili per la tavola

Ogni pietanza ha una filiera e una provenienza, dal pesce alla frutta: quando si scelgono le portate per il pranzo di #natale o per il cenone di Capodanno è meglio optare per prodotti di stagione e a filiera corta. Un occhio di riguardo anche al pesce: è preferibile scegliere quello locale e pescato in modo artigianale, sostenibile e rispettoso dei nostri mari.

4) Meglio un albero vero

Un albero natalizio di plastica non è più sostenibile di uno vero. Tanti degli abeti presenti nei negozi sono infatti alberi coltivati appositamente per scopi commerciali, non vanno a spogliare le nostre foreste e possono essere ripiantati dopo le feste. Gli alberi di plastica invece sono terribilmente inquinanti, sia nella produzione che nello smaltimento.

5) Scegliere il trasporto pubblico per lo shopping

Il freddo e i riscaldamenti contribuiscono pesantemente all’inquinamento atmosferico delle città. Scegliere di andare a fare shopping natalizio senza prendere l’auto privata è un ottimo modo per ridurre le emissioni. Perché non cercare regali nei negozi di prossimità oppure utilizzare il trasporto pubblico locale?


"Dal cibo ai regali, passare le festività in modo più #green è possibile e ci auguriamo che il giornalismo sia sempre in prima linea nel raccontarlo”,  dichiara Roberto Giovannini, presidente della FIMA. "Anche dal mondo dell’informazione deve giungere infatti una spinta a vivere tutte le festività all’insegna della #sostenibilita, dell’innovazione negli stili di vita e del rispetto per l’ambiente”.

Filtro avanzato