may 22, 2018 - Eco tyre

Conclusa la seconda tappa di PFU Zero sulle coste italiane A Trani raccolti oltre 50 PFU

Press release available only in original language. 

Lassociazione Marevivo e il Consorzio #ecotyre sono intervenuti a #trani con PFU Zero sulle coste italiane, un progetto di raccolta straordinaria di pneumatici fuori uso (PFU) abbandonati, con il patrocinio del Ministero dellAmbiente e di Federparchi-Europarc Italia e in collaborazione con la Guardia Costiera. Allevento hanno partecipato Amedeo Bottaro, Sindaco della Città di #traniSergio Castellano, Comandante della Capitaneria di Porto di Barletta, Giuseppe DInnella, Presidente della sezione di #trani della Lega Navale, lAmmiraglioGiuseppe Meli, Direzione Marittima Guardia Costiera di Bari, Carmen Parisio di Penta, Direttore Generale Marevivo, ed Enrico Ambrogio, Presidente #ecotyre. Hanno inoltre collaborato lAssociazione Nazionale della Polizia di Stato e il Dirigente scolastico della scuola media di #trani.

I subacquei dei diving locali, in collaborazione con la Lega Navale, hanno raccolto nei fondali del Porto di #trani più di 50 gomme giunte a fine vita. Gli PFU saranno ora condotti dai mezzi del Consorzio #ecotyre agli impianti di trattamento per essere correttamente gestiti. Sono, infatti, una tipologia di rifiuto cosiddetta permanente: se lasciata in natura e in mare, necessita di centinaia di anni per degradarsi completamente. Se gestita in modo corretto, invece, è riciclabile al 100%: la maggior parte viene triturata generando il cosiddetto granulato di gomma, un materiale di #riciclo riutilizzabile per diversi usi come i fondi stradali e le superfici sportive, per lisolamento o per larredo urbano.

Gummy, la mascotte di #ecotyre, ha intrattenuto gli alunni della Scuola Media Rocca Bovio Palumbo e della Scuola Media Baldassarre con giochi e attività di animazione con lobiettivo di far capire come funziona la corretta filiera di gestione degli PFU e quanto sia importante la salvaguardia del mare e dei suoi abitanti.

Questa iniziativa rientra in PFU ZERO, il progetto di #ecotyre, patrocinato dal Ministero dell'Ambiente, che ha lobiettivo di creare e avere a disposizione una mappatura di depositi abbandonati di PFU segnalati da enti locali, associazioni e cittadini. Le raccolte straordinarie eseguite da #ecotyre sono svolte in modalità totalmente gratuita e senza alcun costo per le Amministrazioni locali. È possibile segnalare un deposito abbandonato di PFU, collegandosi al sito internet dedicato (www.pfuzero.ecotyre.it): #ecotyre valuta ogni segnalazione, coordinandosi con gli enti locali per gli interventi di raccolta.

Dopo Messina e #trani, il viaggio di PFU Zero sulle coste italiane continua. Prossime tappe: Marina di Ravenna in Emilia Romagna, Porto Venere in Liguria, Gaeta nel Lazio e Asinara in Sardegna.

Trani è lunico punto della Puglia in cui verrà realizzata questa importante iniziativa. PFU Zero sulle coste italiane  ha detto Carmen di Penta, direttore generale di Marevivo  è una campagna di successo che realizziamo con il Consorzio #ecotyre ormai da anniSiamo onorati della presenza dellAmministrazione di #trani, nella persona del Sindaco, della Capitaneria di Porto di Barletta, della Lega Navale e della Guardia Costiera di Bari

Ringraziamo lAmministrazione di #trani per aver ospitato il progetto PFU Zero sulle coste italiane e tutti i partner  ha detto Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre  per il sostegno e il supporto logistico. Questo progetto, a cui teniamo particolarmente, riveste un ruolo fondamentale per la nostra attività di sensibilizzazione, centrale nella nostra mission, sulla gestione del fine vita degli pneumatici. Coinvolgendole con attività ludiche e di animazione, riusciamo ad arrivare facilmente alle nuove generazioni, tassello fondamentale per una corretta informazione.