logo green
green
giugno 12, 2018 - Renault

Formula E - Renault e.dams protagonista di un evento storico a Zurigo

Prima gara organizzata sul circuito in Svizzera dopo 64 anni, l’ePrix di #zurigo ha riscosso un enorme successo popolare. La folla immensa non ha fatto mancare il sostegno a #sebastienbuemi, vero e proprio eroe locale. In lizza per il podio, il pilota Renault #e.dams si è dovuto accontentare del quinto posto.   

Fin dalle primissime battute si è capito che questo circuito sarebbe stato un vero e proprio rompicapo per la messa a punto dei veicoli, con rettilinei estremamente accidentati che consentivano di raggiungere la massima velocità della storia della disciplina e un tratto tortuoso che incrociava i binari della linea tramviaria zurighese.

Grazie al lavoro di preparazione effettuato prima della gara, il team Renault #e.dams si è dimostrato competitivo. Durante le qualifiche, #sebastienbuemi si è aggiudicato il secondo tempo del gruppo 1, ma con le migliorie apportate alla pista alla fine è passato in sesta posizione sulla griglia di partenza.  Subito dietro di lui, #nicolasprost ha registrato la sua miglior performance nelle prove dall’inizio della stagione.       

Allo spegnimento dei semafori, i piloti Renault #e.dams hanno conservato le proprie posizioni. In breve tempo Sebastien ha avuto la meglio su D’Ambrosio, mentre Nicolas ha perso una posizione a favore di Lopez.

Poco prima di giungere a metà gara, Sebastien ha guadagnato un’altra posizione superando Bird. Alcuni secondi dopo, la neutralizzazione della gara tramite una ‘Full Course Yellow’ ha comportato un drastico cambiamento delle monoposto. Sebastien ha lasciato i box in quarta posizione, mentre Nico ha ripreso a Vergne il quarto posto.  

Successivamente, l’esito della gara è stato stravolto in quanto la direzione di gara ha comminato penalità a cinque piloti per eccesso di velocità durante la neutralizzazione. Sebastien, che era tra questi, ha dovuto effettuare un passaggio ai box.

Dato che le penalità riguardavano soprattutto i piloti del gruppo di testa, Sebastien si è comunque ritrovato in sesta posizione. Utilizzando la potenza aggiuntiva garantita dal FanBoost, è riuscito a riconquistare la quinta posizione di Evans.

Quando si trovava in settima posizione, al 31° dei 39 giri complessivi, Nico si è visto costretto a ritirarsi per un problema tecnico. Senza più energia, ha evitato di uscire di pista, andando diritto in frenata al tornante. Non essendo riuscito a far ripartire l’auto, ha dovuto ritirarsi.

Dopo questa decima manche della stagione, Renault #e.dams mantiene il sesto posto nel Campionato Team con 99 punti.  Nel Campionato Piloti, Sebastien risale in quarta posizione, con 92 punti.

Le ultime due gare della quarta stagione del Campionato FIA di Formula E si svolgeranno a New York il 14 e 15 luglio.

Nicolas Prost, n° 8

«Ho corso una bella gara facendo particolarmente attenzione ai consumi e alle temperature. Volevo davvero evitare di ritrovarmi a corto di energia negli ultimi giri, come accade di solito. Se tutto avesse funzionato fino in fondo, penso che avrei registrato un buon risultato in quanto ero davanti a D’Ambrosio che è finito sul podio. Per un motivo ancora ignoto, la batteria si è scaricata mentre frenavo sul tornante e non sono più riuscito a far ripartire l’auto. É molto frustrante perché questo weekend eravamo riusciti a rimettere tutto a posto. Il team ha fatto un buon lavoro e speriamo di ottenere risultati concreti a New York nonostante questa mancanza cronica di successo

Sebastien Buemi, n° 9

«Questa giornata ha segnato un momento storico per il motorsport e la Svizzera. Ho cercato di approfittare di ogni singolo istante e stasera sono davvero esausto. Mi sarebbe piaciuto salire sul podio davanti al mio pubblico, ma non è stato possibile a causa di questa penalità. Dobbiamo accettarla, ma anche capire ciò che è successo affinché non si verifichi più. Ci tengo a sottolineare l’ottimo lavoro svolto dal team che meritava un risultato migliore di questo. Abbiamo fatto una bella gara in termini di performance e stiamo già pensando a New York.»

Jean-Paul Driot, co-fondatore del team

«Le nostre #auto hanno dimostrato di avere un buon livello di competitività questo weekend. Ma a volte nel motorsport ci possono essere granelli di sabbia che entrano negli ingranaggi fermando la macchina. Ci è successo diverse volte in questa stagione e abbiamo perso posti sul podio o posti d’onore per problemi inaspettati, come oggi con questa penalità. Approfondiremo la questione con la direzione di gara perché è sorprendente che ben cinque piloti abbiano fatto lo stesso errore. Siamo delusi, ma continuiamo a lavorare, sia per New York che per la quinta stagione.»

Vincent Gaillardot, Direttore del programma FE

«Zurigo è stato un evento molto importante, in particolare per Sebastien e diversi nostri partner. Avevamo più che mai la volontà di farcela e avevamo fatto un’ottima preparazione prima di questo e-Prix. Dovevamo affrontare un tracciato atipico, sia per le irregolarità del manto stradale che per la velocità massima da record, dell’ordine dei 220 km/h. Le cose non sono andate esattamente come avevamo previsto, soprattutto nelle qualifiche, con le migliorie apportate alla pista che ci hanno impedito di accedere alla Super Pole. Durante la gara Sebastien si è battuto bene ed era riuscito a sbarazzarsi di Sam Bird. Purtroppo un piccolo imprevisto gli ha impedito di salire sul podio. Il livello è più alto ad ogni gara che passa, ma noi abbiamo sempre l’obiettivo di aggiudicarci una vittoria entro la fine della stagione