logo green
green
luglio 16, 2018 - Nissan

Nissan accelera la mobilità elettrica per i taxi in Italia

Nuove formule di mobilità a zero emissioni a favore del servizio pubblico

  • È ora disponibile Nissan e-NV200 Evalia, l’unico 7 posti 100% elettrico al mondo, nella versione Enel Edition pensata per i taxi.
  • Prosegue la leadership di Nissan anche nella mobilità elettrica per il servizio pubblico con circa 110 taxi a zero emissioni Nissan LEAF commercializzati in Italia dal 2014 ad oggi.

Roma, 16 luglio 2018 - La tutela dell’ambiente, l’utilizzo responsabile delle risorse e la lotta agli effetti del cambiamento climatico sono le principali sfide che le nostre città devono affrontare nei prossimi decenni in materia di sostenibilità.

Per questo motivo, in occasione della conferenza europea "Taxi tra tradizione e innovazione. Idee di buone politiche per la mobilità urbana" organizzato da TaxiEurope Alliance presso la sede romana dell'associata italiana URI (Unione dei Radiotaxi d'Italia), Nissan ha presentato soluzioni innovative di mobilità sostenibile a favore dei taxi italiani, permigliorare il comfort di guida, la sicurezza e l'ecosostenibilità nei centri urbani. L'iniziativa fa parte della roadmap strategica Nissan Intelligent Mobility che ridefinisce il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e integrati nella società.

Il primo 7 posti 100% elettrico al mondo ora è disponibile anche per i tassisti italiani in una versione speciale.

Per proseguire nella diffusione della mobilità elettrica, Nissan raddoppia l’offerta di modelli a zero emissioni per i tassisti italiani. Dopo la nuova LEAF ora anche e-NV200 Evalia, l’unico 7 posti 100% elettrico al mondo, è disponibile nella versione Enel Edition pensata per il servizio pubblico. Il nuovo Evalia ha un’autonomia fino a 200 km nel ciclo combinato e fino a 301 km nel ciclo urbano (secondo lo standard WLTP*) in virtù di una batteria da 40kwh la cui efficienza è garantita per 8 anni o 160.000 km. La versione speciale comprende la wallbox che permette di ricaricare l’auto nel garage di casa. Installazione, manutenzione e garanzia della wallbox per due anni sono incluse nel prezzo.

L’eredità della prima LEAFè stata raccolta dalla nuova versione lanciata quest’anno che rappresenta al meglio la filosofia Nissan Intelligent Mobility. La nuova Nissan LEAF offre ai tassisti italiani una capacità di carico ai vertici della categoria con 435 litri, 150 cv di potenza, 320 Nm di coppia e un’autonomia fino a 389 km nel ciclo urbano e fino a 270 km nel ciclo combinato (città e autostrada) con singola ricarica (ciclo di omologazione WLTP*). Anche per la LEAF la batteria è garantita per 8 anni o 160.000 km. La nuova LEAF è disponibile nella versione Enel Edition checomprende la wallbox per ricaricare l’auto nel garage di casa. Installazione, manutenzione e garanzia della wallbox per due anni sono incluse nel prezzo.

Nissan, la mobilità elettrica e i taxi: sostenibilità e innovazione nelle città italiane.

L’impegno di Nissan a favore della mobilità elettrica per i tassisti italiani risale al 2014, quando hanno preso servizio i primi due taxi LEAF 100% elettrici a Roma, partendo dalla sede dell’URI.

Non solo vetture. Nel 2015 Nissan ha realizzato anche il primo taxi van 100% elettrico e-NV200, sull’isola di Ponza per sperimentare una mobilità in sintonia con l’ambiente, in assenza di emissioni acustiche e atmosferiche.

Il piano per una mobilità a zero emissioni per i taxi si è sviluppato nel corso degli anni con nuovi accordi in tutta Italia fino ad arrivare alle 110 unità oggi circolanti sulle strade nazionali.

###

*WLTP (Worldwide harmonised Light vehicles Test Procedures): Autonomia ottenuta con una serie di prove uniformi e ripetibili previste dalla normativa europea CE 715/2007). Il nuovo Ciclo WLTP si basa su dati reali di guida, migliorando la rispondenza dei dati alle performance effettive su strada, tenendo conto di tempi più lunghi e velocità superiori, fornendo valori collegati all’utilizzo in autostrada, cittadino e combinato. I dati si riferiscono alle singole versioni dello stesso modello, per garantire una più attendibile corrispondenza alla realtà.

Fattori che incidono sull’autonomia

L’autonomia effettiva dipende da diversi fattori quali, ad esempio, la velocità di guida e il tipo di strada (percorso urbano, extra-urbano, autostrada); la tipologia di percorso (salita, discesa, pianura); la temperatura esterna e l’uso del climatizzatore; lo stile di guida (ecologico, costante, sportivo).