logo green
green
ottobre 03, 2018

Logistica 4.0 per ampliare gli orizzonti

Il polo logistico #pizzoli è fra i più innovativi nel settore #agroalimentareHörmann ha contributo alla realizzazione con le sue migliori tecnologie per i punti di carico

Leader nazionale nella lavorazione delle patate fresche e surgelate e nella produzione di alimenti preconfezionati, da cuocere o pronti, #pizzoli SpA è una delle principali eccellenze emiliane nel settore dell’industria #agroalimentare. Fondata nel 1926, l’azienda ha sempre operato per la valorizzazione di un prodotto solo apparentemente “povero”, mettendo la qualità e l’innovazione al servizio dei gusti e delle esigenze dei consumatori.

Giunta alla terza generazione, l’azienda ha intrapreso un piano di potenziamento delle strutture produttive e rinnovamento dei processi industriali, del valore complessivo di circa 50 milioni di euro. Il piano coniuga i principi dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale con le potenzialità delle tecnologie 4.0, puntando nei prossimi anni a raggiungere il 100% del proprio approvvigionamento di materie prime da coltivatori italiani.

Primo risultato tangibile è l’avveniristico polo logistico di San Pietro in Casale (Bologna). Si tratta di un enorme magazzino automatico (oltre 50.000 metri cubi di volumetria) in grado di stoccare oltre 9.000 pallet a una temperatura di -27 °C, dotato di una baia equipaggiata con punti di carico realizzati con i più evoluti prodotti Hörmann.

Abbiamo chiesto a Domenico Manaresi, Direttore tecnico di #pizzoli, quali motivi hanno spinto l’azienda a innovare drasticamente l’organizzazione della logistica.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare