logo green
green
luglio 10, 2019 - TedxCortina

TEDxCortina, a lezione di sostenibilità ed economia circolare

Venerdì 23 agosto tanti ospiti all’Alexander Girardi Hall per un evento plastic free, fra progetti ecologici, il ricordo della tempesta Vaia e una parete da cui respirare il bosco. Una mostra racconterà il countdown ai Mondiali di Sci Alpino; un’art show punterà sull’anima green di Picasso 

Cortina d’Ampezzo, 10 luglio2019_E’ il TEDx più alto d’Italia e, da quest’anno, anche il più green. Venerdì 23 agosto #tedxcortina torna ad animare il dibattito a quota 1200 metri, con un preciso new deal che parla a 360° di #sostenibilità e good practice. Non poteva che essere così per la “regina delle Dolomiti” che, nel 2021, sarà sede dei Mondiali di Sci Alpino e che, nelle ultime settimane, ha festeggiato anche il primo decennale Unesco come Patrimonio dell’Umanità ed è stata scelta, in tandem con Milano, come sede dei Giochi Olimpici Invernali del 2026, anche per il suo impegno ad organizzare eventi ecosostenibili. Con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo e di Fondazione Cortina 2021, la conca ampezzana ospiterà così, fra poco più di un mese, per la terza volta gli eventi di #tedxcortina all’Alexander Girardi Hall, quartier generale di un appuntamento che non vuole essere solo – come è già nel DNA di ogni TEDx - uno strumento di divulgazione di idee, ma vuole diventare ancor più parte attiva del dibattito della società civile, sviluppando attività a forte impatto sociale.

TANTE ORIGINI, UN UNICO FUTURO

“Siamo il primo TEDx italiano ad avere un team dedicato alla #sostenibilità che si è occupato di seguire il project management dell’evento - precisa Jacopo Pertile, license manager di #tedxcortina - . Costruire un evento sostenibile e fare formazione su questi temi sempre più importanti, cari non solo a Cortina, ma a livello globale, è una delle nostre priorità”. Imperativo comune e condiviso è promuovere tematiche legate alla Green Innovation & Sustainability. Già il tema di quest’anno parla chiaro: “IOrigine” mette al centro della riflessione l’essere umano inteso come motore principale di qualsiasi cambiamento, ma allo stesso tempo anche come elemento che subisce cambiamenti ed effetti dell’evoluzione del nostro pianeta e del suo delicato ambiente. “L’edizione 2019 – spiega Alberto Paccagnella, presidente di #tedxcortina - ha l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti dell’evento, la comunità e il territorio ampezzano”.

UN DECALOGO PER IL BOSCO

L’impegno di #tedxcortina si articola, fin dalla sua partenza, nell’individuare ogni anno un tema legato alla #sostenibilità. “L’Agenda 2030, stilata dall’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 2015 ci ha ispirato, con i suoi obiettivi incentrati sullo sviluppo sostenibile, nel pensare ad un percorso che motivasse e coinvolgesse l’intera comunità”, spiega Martina Pellegatti, Sustainability Project Coordinator di #tedxcortina. Per il 2019 si parte con il bosco, paesaggio fondante dell’ambiente dolomitico, messo a dura prova lo scorso autunno dalla tempesta Vaia. Per questo motivo la prima partnership importante di #tedxcortina 2019 è quella con FSC – Forest Stewardship Council che ha fornito il suo supporto scientifico per stilare un decalogo comportamentale. 

PENSARE GREEN

La mission che #tedxcortina intende sostenere si declina nel promuovere la Circular Economy: per avvicinare i partecipanti al concetto di circolarità di un bene, per prima cosa, l’evento sarà plastic free e prevede l’utilizzo di oggetti ricavati da materiale riciclato, di bottigliette “bio” e di bicchieri “Pcup” intelligenti e biodegradabili, alternativi all’usa e getta. La carta, invece, arriverà da foreste certificate. Con l’obiettivo di esaltare la filiera corta, anche i prodotti alimentari, serviti durante l’evento, saranno, in massima parte, a km zero.

PARTNERSHIP ECOSOSTENIBILE

La giornata dedicata al #tedxcortina sarà preceduta ed incorniciata da una serie di eventi ed iniziative dove i vari partners – da Enel, a Deloitte a Womsh - potranno sottolineare il loro impegno a favore di politiche di sviluppo sempre più ecosostenibili.


UNA PIAZZA, TANTE MOSTRE

Il centro di Cortina d’Ampezzo, vicino a Corso Italia, ospiterà A thousand trees, un’installazione pensata dal team #tedxcortina in collaborazione con gli architetti Marco Cellini, Giulia Pecol e Francesco Carraro che, per l’occasione, portano il cuor del bosco al centro del paese. L’opera prevede una scatola quadrata, archetipo dello spazio quotidiano, dentro la quale cresce e “respira” un frammento di bosco e di biotopo alpino. Una serie di specchi dilata all’infinito l’abbraccio degli alberi e permetterà al fruitore, che si affacci agli oblò della parete, di immergersi in una vera foresta dolomitica, tutta da ammirare e annusare, per non dare mai per scontato la bellezza e l’importanza dell’ambiente che ci circonda. 

FRA FOTO E ARTE

A corredo del palinsesto degli eventi, anche due mostre fotografiche organizzate dal team di #tedxcortina. La prima porta la firma di Stefano D’Amadio, fotogiornalista romano e firma di National Geographic, che esporrà i suoi scatti, realizzati fra i boschi colpiti dalla tempesta Vaia, nel foyer dell’Alexander Girardi Hall. La seconda è promossa dall’Osservatorio Cortina 2021, con un progetto di ricerca artistica territoriale di Gianpaolo Arena e Marina Caneve, e di Vulcano, in cui vengono investigati il territorio e il tempo che separano la conca ampezzana dai Campionati del Mondo di Sci Alpino del 2021.

Intanto gli stessi ragazzi del team,fotografati da Claudio Bettio, in collaborazione con l’agenzia veneziana di shooting Vulcano,per la campagna del2019,sono stati trasformati in unaforesta digitale – grazie a una moderna tecnica fotografica che mescola proiezioni e luci – per mandare un forte messaggio a favore della tutela del bosco.

UN CUBISTA FRA I MONTI

La sera di giovedì 22 agosto l’Alexander Girardi Hall sarà teatro di un’anteprima d’arte, che da sempre accompagna gli incontri di #tedxcortina. Giorgio Chinea lancerà una nuova performance su Picasso: “Pablo – il peggior nemico della creatività è il buon senso”, per raccontare il forte legame del genio di Malaga con la percezione dell’ambiente.

SUL PALCO

Fra i relatori principali di questa 24 ore di consapevolezza e brainstorming figurano ospiti differenti, ma accomunati dal loro impegno in prima linea nei vari settori di appartenenza.

C’è monsignor Lucio Adrian Ruiz, segretario del dicastero vaticano per la Comunicazione.

Ci sarà Alessandro Benetton che, con il suo esempio di imprenditore e il suo impegno per il territorio di Cortina d’Ampezzo anche come presidente della Fondazione Cortina 2021, pone da sempre grande attenzione al contesto ambientale.

Marcella Morandini, direttore della Fondazione Unesco Dolomiti, sarà – nel primo decennale Unesco delle Dolomiti - Patrimonio dell’umanità - un contrappunto prezioso e puntuale nel ribadire le diverse istanze ambientali di cui tener conto nella gestione del territorio.

Estro, irriverenza e tanta gioventù saranno, invece, protagonisti dell’intervento di Sick Luke, beatmaker della Dark Polo Gang. 

Su www.eventbrite.it sono già disponibili i biglietti a partire da 22,55 euro.